Estrazione denti senza dolore

Estrazione denti

La prima cosa che desideriamo sottolineare è che l’estrazione di un dente è un atto irreversibile. Nessuno potrà’ mai renderti un dente perso. Si dovrebbe pertanto ricorrere a questa operazione solo quando il dente sia assolutamente irrecuperabile per ragioni parodontali (piorrea o malattia parodontale avanzate), per ragioni strutturali (carie destruente) o per ragioni ortodontiche (denti soprannumerari o da estrarsi per guadagnare spazio in caso di gravi sovraffollamenti dentari)

E’ doveroso sottolineare anche che l’estrazione dentaria è un vero e proprio intervento chirurgico; nei casi anche più semplici è sempre richiesta almeno  l’anestesia. Nei casi più complessi può anche essere necessario ricorrere ad incisioni e suture. Pertanto l’intervento deve essere eseguito nelle condizioni più professionali possibili ed è fondamentale che il paziente sia il più preciso possibile nel comunicare il proprio stato di salute generale al professionista.
Grazie a tecniche sempre più delicate e grazie soprattutto ad anestesie sempre più efficaci, possiamo assicurare che l’intervento di estrazione dentale non è assolutamente doloroso, e che ci si può aspettare solo un po’ di fastidio post operatorio. Con adeguati trattamenti disinfettanti, anti-infiammatori ed antibiotici, sarà possibile in pochi giorni ottenere una completa guarigione. Non è normalmente necessario prendere giorni di riposo dal lavoro e fatto salvo per estrazioni particolarmente complesse (come risultano talvolta quelle dei denti del giudizio, soprattutto inferiori) si può tornare alle proprie attività in breve tempo.

Certo ci si dovrà attenere un corretto regime igienico ed alimentare nel primi giorni dopo l’intervento e sarà assolutamente indispensabile evitare di fumare!

Concludiamo sottolineando l’importanza di rimettere i denti andati persi in quanto la presenza di “spazi vuoti” porta gli altri denti (sia quelli vicini alla sede dell’estrazione, sia quelli dell’arcata dentaria antagonista) a spostarsi per andare in qualche maniera a “riempire” il buco creatosi. Questi spostamenti tuttavia non sono privi di complicazioni che possono portarti , nel tempo, a perdere anche altri denti, oltre a quello estratto inizialmente.

Le possibilità per rimettere un dente vanno, a secondo dei casi, dalla protesi fissa su denti naturali, alla protesi fissa su impianti alla protesi mobile. Chiedici un consulto: troveremo insieme la soluzione migliore per te.

Contattaci ora… Oppure chiama!

Argomenti Correlati
Top